Carmelo Bene, se il mondo

  di Stefano Falotico Molta gente, impertinente, mi chiede perché io son fatto così. Credo che sia la domanda più inopportuna e impudica, volgare, che gli altri, da te, posson “fare” a te stesso. Al pretendere che tu sia non essere in (un) altro, non altrui, forse altrove. Come un “dialogo fra sordi” tra Carmelo…

 

Mary Shelley’s Frankenstein by Kenneth Branagh

di Stefano Falotico Negli anni novanta, alla TriStar Pictures barcamena la folle, stupenda idea di riallacciarsi a un discorso modernista e filologico di “restaurare” i vecchi classici della Universal. Così, rispuntano i “mostri” dal cilindro d’una casa di produzione rinomata, che decide d’affidare a quattro grandi registi l’eredità di “rifarli nuovi” o, meglio, d’eseguire personali…

 

La figura del padre nel Cinema e nella (mia) vita

di Stefano Falotico C’è una scena, quella finale, del Frankenstein di Kenneth Branagh, da me fra l’altro rielaborato in un omonimo libro, che è a sua volta una versione a esso ispirato più che al romanzo celeberrimo di Mary Shelley, una scena che mi rimase immediatamente impressa fin dalla prima visione. Il “monster” De Niro,…

 

Growing Up, le sette perle

Growing Up, il “dolore” della crescita, dall’adolescenza all’età adulta… si spera matura, sette film capolavoro che ritraggono questo periodo complicato di transizione di Stefano Falotico Prefazione “biopic”, la biografia di tutti, prima o poi ti tocca! Ora, a un quarto del cammin della mia vita, parafrasando il nostro esimio Alighieri Dante, avvertii un dolore profumato…

 

Il cadavere di Dracula, Coming Soon, presto per voi in salsa vampiristica da Conte Nosferatu

  Credo che questa sarà la copertina definitiva del mio Il cadavere di Dracula, è di Manuela Paric’. Ora, forse stona un po’ lo stile adottato nella cover col testo all’interno, aulico e ancestrale-metafisico-stokeriano-murnauiano, e il mio editor mi ha fatto precisamente notare che il bianco-sanguinante nel back, squillantemente, spara leggermente. Alla fine, approvo però…

 

Francis Ford Coppola, basta il nome, il resto sono capolavori

Francis Ford Coppola, a mio avviso, e non sono il solo a crederlo a spada tratta, è uno dei più grandi cineasti degli ultimi quarant’anni. Quando si pronuncia, spesso a sproposito, la parola Maestro, ecco… dimenticatevi delle scamorze e “assurgete” Francis a tale meritatissima nomea. Su Facebook, compare uno dei tanti quiz-giochetto. Viene chiesto ai “visitatori”…

 

“Rumble Fish”, Review

Un pesce è sfuggito alle tenaglie del Tempo, all’erosione della società?! Urla! Fuggi! Scopatela! Fra i primi posti delle mie personali classifiche sul Cinema, primeggia questo capolavoro assoluto di Coppola. Tracce di malinconiche estasi, “imbrigliate” in un gioco raffinatissimo di bianco e nero “raggelante”, fotografia immortale… di Stephen H. Burum tatuata a pelle di carisma…

 
Home Archive for category "Francis Ford Coppola"
credit