Racconti di Cinema: L’incredibile vita di Norman con uno strabiliante Richard Gere

A fine dello scorso anno, a passo felpato, potremmo dire, dopo gli apprezzamenti entusiasti della Critica americana, è uscito da noi questo film, L’incredibile vita di Norman, anche se il titolo originale, Norman: The Moderate Rise and Tragic Fall of a New York Fixer, sintetizza decisamente meglio la parabola balzana dell’imprevista ascensione ambiziosa del piccolo,…

 

Ore 15:17 – Attacco al treno, recensione

Opus n.36 da regista per il quasi ottantottenne Eastwood. Compirà infatti 88 primavere il prossimo, vicinissimo 31 Maggio, e improvvisamente questo diventa clamorosamente il suo film “peggiore”, massacrato dalla Critica mondiale. Un buco nell’acqua clamoroso, incomprensibile, un passo falso assolutamente inaspettato, che ci lascia storditi? E via tutti ad attaccarlo, quasi frontalmente, coprendolo dei peggiori appellativi,…

 

Good Time, recensione

La prova di maturità di un eccellente Robert Pattinson in un thriller magnificamente avvincente Ebbene, allo scorso Festival di Cannes, in Concorso è passato questo film… alla sua presentazione non riscosse, detta sinceramente, molti consensi e infatti fu snobbato e trascurato dai premi. È invece il classico, esemplare sleeper, uno di quei film che col tempo,…

 

Black Mirror, quarta stagione: Black Museum

Ebbene, eccoci arrivati all’ultimo episodio di questa nostra cavalcata nella pirotecnica quarta stagione di Black Mirror. Spiazzante come sempre, imprevedibile, tortuosamente avvolgente, alle volte irrisolta, complessa, sfaccettata, diversificata, che ci ha offerto un altro panorama ampio sulle nostre ossessioni di uomini “moderni” immersi in una contemporaneità oscuramente sinistra, enigmaticamente spettrale. Perché la tecnologia, forse, ha…

 

La ruota delle meraviglie, recensione

Il crepuscolo giallo-ocra dei focosi sogni perduti nel tramonto marino di amori impossibili Torna Woody Allen, consuetamente ogni anno e stavolta, mi spiace dirlo, andando controcorrente rispetto ai giudizi italiani, fallisce. O, perlomeno, non colpisce. Sì, in questo giudizio mi associo alla Critica statunitense, che il film l’ha demolito. No, non lo stronco appieno, ma…

 

Racconti di Cinema – Indiziato di reato

Oggi voglio recensire un film del 1991, Guilty by Suspicion, film che segna l’esordio dietro la macchina da presa del lungimirante produttore di Rocky e alcuni capolavori di Scorsese, fra cui Toro scatenato, ovvero l’esimio Irwin Winkler. Per protagonista di questo suo esordio registico, Winkler sceglie proprio De Niro come interprete principale e riserva al…

 

Detroit di Kathryn Bigelow secondo Anton Giulio Onofri

Copio e incollo la sua pertinentissima recensione controcorrente da Close-Up. Un pasticciaccio brutto successo a Detroit nel 1967 è la base d’ispirazione per una sceneggiatura firmata da Kathryn Bigelow e Mark Boal, coppia rodatasi con The Hurt Locker(vincitore di 6 premi oscar nel 2010) e Zero Dark Thirty. L’irruzione della polizia in un locale che spacciava alcolici senza licenza e…

 

The Punisher, chi è Frank Castle?

Chi è Frank Castle? È the Punisher, l’uomo traumatizzato per eccellenza che, sotto i suoi occhi, ha visto maciullare la sua famiglia e che non vede vie di redenzione se non immergere i suoi occhi enigmatici in sprazzi e “spruzzi” splatter di angoscia ancor più catarticamente violenta, “commettere”, sì, la stessa violenza che per tutta…

 

The Meyerowitz Stories, recensione

Eccolo là l’ultimo film di Noah Baumbach, in Concorso a Cannes, dove ha riscosso consensi e plausi sperticati quanto una sonora bocciatura da una Critica che davvero difficilmente digerisce il minimalismo radical chic di un autore strampalato, ossessionato dai soliti temi tanto da essere noioso, pedante, auto-citazionista, perfino dimenticabile per troppa sobria, impalpabile “leggerezza”. Questo è il…

 

Racconti di Cinema – Re per una notte

Dobbiamo ammetterlo, il percorso artistico, quindi filmografico di Scorsese, stupisce per varietà e, potremmo dire, variopinta destrezza. Nel 1982, in sordina, dopo il crudo iperrealismo di Toro scatenato, dopo il suo suadente bianco e nero ipnotizzante e tetro per cupezza cromatica, spiazzando tutti, esce con questo colorato, straordinario The King of Comedy, e va incontro a un…

 
Home Archive for category "Recensioni"
credit